Blog: http://omaha.ilcannocchiale.it

28


Oggi.
Lunedì.
1° Dicembre.
Primo giorno della settimana.
Primo giorno del mese che prelude al Natale.

Andarsene oggi significa non impazzire nel caos del centro, tra caldarroste e vetrine piene zeppe di desideri in tessuto griffato.
Significa non lambiccarsi il cervello, durante il rosso di un semaforo, per scegliere il regalo più adatto alla propria rondine.
Andarsene oggi significa non trascorrere l'Immacolata a montare il presepe o ad incartare la miriade di pacchetti, destinati a far compagnia ad un albero natalizio perfetto per la fiera del trash!

Andarsene oggi senza aver compiuto i fatidici 30 anni e avendo appena iniziato la conoscenza con l'anima profondamente sgualdrina della ma  mia città.
Andarsene oggi per un battito di troppo ma senza il colorato frastuono delle ali di una farfalla in difficoltà.

Non bisogna conoscere alla perfezione un ragazzo biondo ed elegante, per salutarlo con quell'immaginaria carezza che non ha fatto in tempo a ricevere da madre, padre, amici, angeli custodi...
E spenta l'asettica luce di un'ambulanza, ecco espandersi la banalità delle solite considerazioni : "era così giovane", "ah, l'inefficienza della sanità italiana", "è proprio vero che oggi ci siamo e domani chissà"....bla bla bla....

So che il sipario nero e strappato rappresenta una delle poche certezze oltre alla nostra nascita ma molti di noi anzi, troppi hanno un tempo maledettamente limitato per discutere di ciò che si trova in mezzo alle due estremità...

                                                  ciao
  
"...è fattibile per tutti.
Fare di una vita, una vita.
Una vera vita, una vita in cui sei tu.
Una vita in cui ti riconosci
"
(Tiziano Terzani)

Pubblicato il 1/12/2008 alle 23.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web