.
Annunci online

omaha
lascia che la vita che ti gira intorno ti attraversi l'anima
25 settembre 2008
TIMING IS EVERYTHING
 

...un'estate strana.
Particolare.
Ambigua anzi no, velata ma solo in parte.
Calda.
Profumata. Troppo breve.

Eppure Omaha ha trovato il tempo per godersi uno dei migliori regali di compleanno ricevuti negli ultimi anni.
Comunque, non atteso.
"Parigi val bene una messa"...ooops, per questo c'è ancora tempo :-)
E la Toscana no????

Omaha si è immersa nell'atmosfera internazionale di una piazzetta ai limiti della realtà.
Cinematografica?
Personale?
Maybe.
Con un calice di vino bianco in mano, ha ascoltato le note degli amati violini e violoncelli...
Le sue arterie si sono mosse e risistemate come le note su un pentagramma.
Omaha ha indossato l'abito da "brava ragazza" per sistemarsi su quell'ottocentesco palchetto e ritrovarsi a volare sulle vibrazioni di un attore che, (forse) con un filo d'imbarazzo, faceva le veci dei vecchi insegnanti : quelli le cui lezioni ti catapultavano nelle storie tirate fuori dal cilindro.
Omaha stessa si è vista misurare l'Infinito e, successivamente, scattare raffiche di foto bell'impossibile missione di "catturare" un piccolo grande sogno divenuto realtà.
Dopo oltre un decennio sentir sottolineare che la luna, un tempo, rappresentava la Nera Signora.
La stessa luna che quella notte ha ascoltato il nostro silenzio, osservandoci incuriosita mentre ci specchiavamo vestiti da "alunni".

"La realtà dell'altro non è in ciò che ti rivela, ma in quel che non può rivelarti.
Perciò, se vuoi capirlo, non ascoltare le parole che dice, ma quelle che non dice
"

E poi vigneti a perdita d'occhio, incorniciati dal boato dovuto alla totale assenza di rumori...
...e solo i girasoli a testimoniare la ritrovata complicità di due amici.
Cambiati.
Cresciuti.
Noi due.

"Se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è"...e tant'è, Omaha ha continuato a non scrivere, imprigionata in una ragnatela di sensazioni, timori, ricordi, ipotesi future e dubbi del presente.
Statica come un vecchio tronco dai rami inutilizzabili.

Ma la sua estate ha comunque portato sole, mare e chiacchiere sulla spiaggia.

Una spiaggia più che mai "sorprendente", teatro improvvisato di riflessioni non più rimandabili.
Decisioni da prendere, paure in cristalli da sciogliere, un caminetto acceso con legna da ordinare, amicizie da (rin)saldare, possibilità da concedere, feste da organizzare e viaggi da prenotare...dopo Paris, mi pare chiaro!
E trovandosi a passare sotto il primo arcobaleno della stagione, Omaha (per una volta) non ha perso tempo a raggiungere la pentola d'oro ma si è concentrata su ciò che percepiva : nuove sorgenti sotterranee irrinunciabili per placare la propria sete.
Mani da stringere e canzoni da cantare a squarciagola, case da visitare e libri nuovi di zecca da leggere, frasi da tacere e pensieri da gridare, sconosciuti sogni interpretati da Alice per riempirmi gli occhi e serate fumose-semialcoliche-iperverbali con Penelope...Donna, Gatta oVolpe, non fa differenza.
E un'ottima bottigli ghiacciata di Chardonnay da gustare in un jardin d'hiver blunotte, senza finalmente un perchè da argomentare.

Nel giorno più freddo della bella stagione, Omaha ha incontrato lo sguardo e i capelli di una ragazza dal profilo fin troppo simile alla Principessa di tanto tempo fa.
Once upon a time...dieci anni...o giù di lì...
Se son rose fioriranno?
No, no...stavolta la testa di Omaha è tornata in superficie.
Attesa dalle mosse su quella scacchiera : le ha fatte e subite, le ha pensate, studiate...

...ora...




permalink | inviato da omaha il 25/9/2008 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE